L’amministrazione della giustizia in Italia: il caso della neurogenetica e delle neuroscienze
Collaborators:Tommaso Agnoloni
Year:2013

L’amministrazione della giustizia in Italia: il caso della neurogenetica e delle neuroscienze

Progetto premiale finanziato dal MIUR, che coinvolge sei Istituti del Dipartimento Scienze Umane del C.N.R. e il Dipartimento Medicina Molecolare dell’Università la Sapienza di Roma. Il progetto si propone un’analisi multidisciplinare, rivolta alle dimensioni etiche, giuridiche e sociali dell’impiego della neurogenetica e delle neuroscienze nel sistema della giustizia in Italia.

OBIETTIVO

Il progetto è stato proposto da quattro Istituti di ricerca appartenenti al Dipartimento Scienze Umane del CNR:

  • Istituto di Studi Giuridici Internazionali, Commessa “Bioetica, Biodiritto e Research Integrity” (ISGI-CNR)
  • Istituto di Linguistica Computazionale “Antonio Zampolli” (ILC-CNR)
  • Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali (IRPPS-CNR)
  • Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione (ISTC-CNR)

con la partecipazione di:

  • Istituto di Teorie e Tecniche dell’Informazione Giuridica (ITTIG-CNR)
  • Istituto di Tecnologie Biomediche (ITB-CNR)

con la consulenza medico-scientifica dell’Università la Sapienza di Roma, Sezione Storia della Medicina e Bioetica.

Attraverso un’indagine sulla casistica processuale italiana, integrata da una ricostruzione sugli avanzamenti della neurogenetica e del neuroimaging, ad opera di esperti biomedici del settore, il progetto si propone un’analisi multidisciplinare volta a evidenziare le ricadute sul piano etico, giuridico e sociale dell’impiego delle indagini neuroscientifiche e genetiche nel sistema processuale nazionale. Il fine è promuovere l’accreditamento e lo scambio di buone prassi tra operatori del diritto, tra istituzioni e esperti competenti a livello biomedico, antropologico-culturale, psicologico-giuridico ed etico-sociale, e contribuire ad un adeguata sesibilizzazione sulle tematiche affrontate mediante la definizione di strategie operative, la formulazione di linee guida, l’organizzazione di attività di formazione specializzata e la promozione di campagne informative dedicate.
Il Progetto si articola in 3 sottoprogetti:

  • “ELABORAZIONE DI MODELLI CONCETTUALI E DI LINEE GUIDA CIRCA L’UTILIZZO DELLA NEUROGENETICA E DELLE NEUROSCIENZE NEL SISTEMA DELLA GIUSTIZIA”: studio dei profili bioetici e biogiuridici degli avanzamenti neuroscientifici e neurotecnologici nel settore dell’amministrazione della giustizia nonché definizione di strategie di risposta etico-giuridica sulla materia. Il coordinamento è affidato all’ISGI-CNR che si raccorda con gli altri soggetti competenti dell’U.O. di riferimento e con i partner scientifici e istituzionali elencati nell’apposita sezione.
  • “ANALISI LINGUISTICA E CONCETTUALE DELL’UTILIZZO DELLA NEUROGENETICA E DELLE NEUROSCIENZE NEL SISTEMA DELLA GIUSTIZIA”: raccolta delle sentenze recanti riferimenti neuroscientifici emesse dai tribunali italiani (sezioni civili e penali, in tutti i gradi di giudizio) e analisi linguistico-computazionale del lessico utilizzato. Il coordinamento è affidato all’ILC-CNR, che si raccorda nei modi opportuni con l’ITTIG-CNR, per lo sviluppo dell’indagine. In questo contesto, l’ILC-CNR mette a disposizione delle esigenze progettuali la propria esperienza in materia di trattamento automatico del linguaggio e di estrazione di conoscenza dal testo. L’ITTIG-CNR mette a disposizione la propria competenza giuridica nella selezione del corpus documentale, nell’indagine sulle caratteristiche giuridico-linguistiche di testi giurisprudenziali sottoposti ad analisi; nella modellizzazione formale della conoscenza giuridica all’interno di lessici e ontologie; nella strutturazione della produzione giurisprudenziale quale supporto fondamentale verso la definizione di modalità di accesso al contenuto informativo testuale.
  • “ANALISI SOCIOLOGICA E ANTROPOLOGICO-CULTURALE DELLA NEUROGENETICA E DELLE NEUROSCIENZE NEL SISTEMA DELLA GIUSTIZIA”: analisi dei comportamenti demografici e sociali, della percezione pubblica, compresa la consapevolezza delle implicazioni etiche, e della percezione del rischio da parte della popolazione nella prospettiva dell’applicazione di neuroscienze e neurogenetica nell’amministrazione della giustizia. Il coordinamento è affidato congiuntamente, per quanto di propria competenza, all’IRPPS-CNR e all’ISTC-CNR.