La Rete di Eccellenza dell'Italiano Istituzionale (REI) Logo Istituto di Teoria e Tecniche dell'Informazione Giuridica (ITTIG)

La Rete di Eccellenza dell’Italiano Istituzionale (REI)

www.reterei.eu

La Rete di Eccellenza dell’Italiano Istituzionale (REI) nasce per iniziativa dei traduttori italiani presenti nelle istituzioni comunitarie e di altri esperti provenienti da diversi settori delle istituzioni politiche e accademiche e del mondo della ricerca e in particolare grazie all'impegno di Daniela Murillo-Perdomo, referente linguistico del Dipartimento italiano della Direzione Generale della Traduzione (DGT) che il 23 novembre 2005 ha organizzato a Bruxelles il primo incontro della Rete, articolatosi in tre sessioni di lavoro presiedute rispettivamente da Francesco Sabatini, Presidente dell'Accademia della Crusca, da Riccardo Gualdo, Presidente della Associazione Italiana Terminologia (Ass.I.Term.) e da Michele Cortellazzo (Docente di linguistica italiana all'Università di Padova).

Lo scopo della RETE è quella di rendere la comunicazione in italiano chiara, comprensibile, accessibile a tutti e qualitativamente adeguata.

I benefici offerti dalla Rete sono attesi in termini di:

  1. rapida comunicazione e trasmissione di terminologia e documentazione;

  2. uniformità di uso terminologico;

  3. possibilità di ricorso a referenti riconosciuti in caso di creazione di nuovi termini, di traduzione di concetti nuovi, di validazione di terminologia da inserire nelle banche dati appropriate.

La Rete ha continuato i suoi lavori con un incontro svolto il 24 marzo 2006 a Roma grazie alla Rappresentanza in Italia della Commissione europea.

La riunione ha confermato il grande interesse di tutte le componenti istituzionali e accademiche per l’iniziativa avviata a Bruxelles e ha visto la partecipazione di numerosissimi “operatori” istituzionali della lingua italiana.

Oltre ai rappresentanti dei dipartimenti di traduzione della Commissione europea, del Comitato economico e sociale europeo (CESE) e dei giuristi linguisti del Consiglio dell’Unione, ha preso parte alla riunione una nutrita rappresentanza di funzionari dei servizi linguistici e del personale amministrativo dei Ministeri dell’Interno e della Giustizia, del Dipartimento per le Politiche comunitarie, della Presidenza del Consiglio, della Camera dei deputati, del Senato, insieme a molti esponenti del mondo dell’università e della ricerca scientifica italiana.

In questa seconda giornata sono stati affrontati più da vicino i problemi concreti della Rete: è stata presentata la struttura del repertorio virtuale che dovrà costituire l’ossatura della REI; sono state illustrate le offerte di collaborazione pervenute al comitato provvisorio; sono state discusse la costituzione e le modalità di funzionamento del comitato di coordinamento REI. Infine sono stati descritti gli aspetti informatici della creazione e della collocazione materiale del sito REI. Grazie alla disponibilità dell’ing. Andrea Paoloni, responsabile del progetto ForumTAL, il sito sarà ospitato in una prima fase dalla Fondazione Ugo Bordoni.

La sessione mattutina è stata presieduta dal Presidente dell’Accademia della Crusca Francesco Sabatini, che ha ribadito il sostegno del suo istituto all’iniziativa avviata a Bruxelles. I primi progetti concreti di collaborazione a livello linguistico prenderanno il via nei tre settori individuati come prioritari: diritto, economia e medicina. Le risorse terminologiche esistenti e condivisibili saranno messe in rete non appena approntata la struttura informatica del sito REI.

Nel pomeriggio è stata approvata la struttura tripartita del comitato di coordinamento, destinata a riflettere le tre componenti in cui si articola la REI: istituzioni europee, istituzioni nazionali e mondo della ricerca.

Il comitato è composto da 9 membri (Francesco Sabatini, Accademia della Crusca, Riccardo Gualdo, Ass.I.Term, Michele Cortelazzo, Università di Padova, per la componente scientifico-accademica; Stefano Murgia, Camera dei deputati, Raffaele Libertini, Osservatorio legislativo interregionale, Carla Serpentini, Ministero dell’Interno, per la componente istituzionale nazionale; Daniela Murillo, referente linguistico del dipartimento italiano della DGT, Manuela Guggeis, giurista linguista del Consiglio dell’Unione europea e Domenico Cosmai, servizio traduzione del CESE, per la componente istituzionale comunitaria), che resteranno in carica fino alla prossima riunione plenaria REI, prevista a Bruxelles nel mese di novembre.

L'Istituto di Teoria e Tecniche dell'Informazione Giuridica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (ITTIG) ha partecipato a questa giornata prestando la propria adesione alla Rete e mettendo a disposizione le proprie competenze nel campo della diffusione di standard per la produzione, gestione e diffusione dei documenti giuridici e dello sviluppo di strumenti automatici per il controllo di qualità degli stessi, ponendosi come punto di riferimento per tutti gli attori impegnati nel miglioramento della comunicazione istituzionale in italiano.

Referenti per l'Ittig:

Daniela Tiscornia
Pietro Mercatali