Informatica e diritto, VII Annata, Vol. VII, 1981, n. 2-3, pp. 177-199

Csaba Varga

Law and its approach as a system

L'approccio al diritto come sistema

Secondo l'A. un certo grado di razionalità formale è la precondizione indispensabile d'ogni influenza sociale consapevole e pianificata. Nello sviluppo giuridico la razionalizzazione formale cominciò col considerare il comportamento, strumentale allo scopo da raggiungere, come un obiettivo autonomo, cioè oggettivando il diritto come struttura normativa. La razionalità formale si sviluppò fino a divenire un principio permanente l'intero complesso del fenomeno giuridico nel periodo della trasformazione borghese della società, parallelo alla nascita dell'esigenza economico-sociale di rendere il diritto calcolabile. In quanto diramazione sia del matematismo universale nel campo della filosofia razionalista sia dell'assomatismo nel campo della dottrina del diritto naturale, il diritto è stato strutturato come un insieme di regole organizzato in sistema; questa fu la formula che maggiormente soddisfece sia i bisogni burocratici dell'assolutismo feudale sia la domanda borghese di sicurezza e prevedibilità nel diritto. La concezione del diritto come sistema assiomatico-deduttivo è l' espressione adeguata dell'evoluzione storica delineata e, nella sua esistenza meramente ideale e fittizia, è stata parte del modo d'essere della società che l'ha prodotta; con la trasformazione del capitalismo di libero scambio in capitalismo monopolistico il concetto stesso di razionalità è stato rivoluzionato in accordo coi mutamenti sociali. Tuttavia, benché sia la complessità della società moderna in generale sia la pianificazione prevalente nella società socialistica in particolare presuppongano un ampio uso di strutture formalmente razionalizzate (a causa del quale lo stesso modello assiomatico deduttivo sopravvive come un ideale più o meno esteso), si deve tuttora riconoscere che il diritto è sempre e in ogni circostanza un sistema pratico. La sua struttura, i suoi elementi, le sue procedure possono essere indagati per mezzo d'una qualunque ricostruzione non formale; conseguentemente i sistemi giuridici non possono, eccetto che nel caso della loro computerizzazione, essere considerati come statici, chiusi, meramente deduttivi, assiomatici o assiomatizzabili.

vai al testo integrale / see full text