Informatica e diritto, XLI Annata, Vol. XXIV, 2015, n. 1-2, pp. 35-63

Marco Torre

Aspetti giuridici e tecnici relativi al trattamento della prova digitale nel processo penale.
La prova informatica nella legge 18 marzo 2008, n. 48

Juridical and Technological Aspects Related to the Handling of Digital Evidence in Criminal Trials.
The Digital Evidence from the Perspective of the Italian Law 48/2008

Il saggio esamina gli aspetti giuridici e tecnici del trattamento della prova elettronica nel processo penale, alla luce della legge italiana di ratifica della Convenzione del Consiglio d’Europa sulla criminalità informatica. L’analisi mira a verificare la compatibilità degli strumenti offerti dal progresso scientifico ai fini dell’accertamento del fatto con i principi cardini del processo penale, primo fra tutti la garanzia del diritto di difesa.

Sommario: 1. Premessa – 2. La legge 18 marzo 2008, n. 48 – 3. Le best practices nelle investigazioni informatiche – 3.1. Individuazione della fonte di prova – 3.2. Acquisizione dei dati – 3.3. Conservazione dell’evidenza digitale – 3.4. Analisi dei dati e presentazione dei risultati – 4. Verso una disciplina giuridica unitaria del potere tecnico-investigativo – 5. Le acquisizioni digitali all’estero ai sensi del nuovo art. 234-bis c.p.p.

English Abstract: The author goes over the legal and technological aspects related to the handling of digital evidence in criminal trials, on the basis of the Italian Law 48/2008, ratifying the Budapest Convention on Cybercrime. The legislator concentrated the attention more on the results rather than on methods, demanding the achievement of the preservation/integrity of the original data. Italian legislation seems to be funded on the fundamental principle that the original data must not altered or tampered with during each forensic processing phase.

vai all'anteprima / see preview