Informatica e diritto, XLII Annata, Vol. XXV, 2016, n. 1, pp. 115-137

Giancarlo Taddei Elmi, Francesco Romano

Il robot tra ius condendum e ius conditum

The Robot between Ius Condendum and Ius Conditum

Riassunto: Il grande sviluppo della robotica apre nuovi scenari che il c.d. Diritto dell’informatica deve affrontare. L’Europa si accorge finalmente dell’Intelligenza Artificiale e con una Risoluzione del Parlamento europeo del 16 febbraio 2017 detta raccomandazioni per un diritto civile della robotica e per una riflessione generale oltre che giuridica. Nei paesi europei e in Italia si apre un vasto dibattito parlamentare. Le  prospettive giuridiche, economiche ed etiche devono tenere conto che il robot ormai sta marciando velocemente verso una autonomia tale da travalicare la soglia della intelligenza e forse giungere a forme di coscienza. La Risoluzione, in relazione agli illeciti compiuti dai robot, propone forme di responsabilità oggettive o senza colpa e auspica l’attribuzione ai robot altamente autonomi di uno status giuridico di persona giuridica elettronica. Il futuro eventuale riconoscimento nei robot di una soggettività ontologica (persona fisica), anche ridotta, renderebbe necessaria una rivisitazione delle odierne categorie della responsabilità e della personalità.

Sommario: 1. Dal diritto dell’informatica al diritto della robotica – 2. Dal Rapporto Delvaux alla Risoluzione del Parlamento europeo – 3. Robotica e intelligenza artificiale nelle mozioni parlamentari italiane – 4. Le prospettive giuridiche – 5. Le prospettive economiche – 6. Le prospettive socio-politiche – 7. Le prospettive etiche e socio-antropologiche – 8. Dall’intelligenza alla coscienza dei robot

Abstract: The great development of robotics opens new scenarios that information technology law has to deal with. Europe finally has an interest in the Artificial Intelligence and with the European Parliament resolution of 16 February 2017 gives recommendations on civil law rules on robotics and on a general, legal and ethical reflection, too. In the European member States, Italy included, is now open an extensive parliamentary debate. The legal, economic and ethical issues must take into account that by now robots are rapidly marching towards an autonomy that go beyond the threshold of intelligence and perhaps they will reach a form of consciousness. For this reason we should talk not only about electronic legal entities, but also about subjectivity even if reduced.

vai all'anteprima / see preview