Informatica e diritto, VIII Annata, Vol. VIII, 1982, n. 2, pp. 117-137

Silvio Stoppoloni

Tendenze all'unificazione o alla diversificazione dell' assetto giuridico-istituzionale nell'"età dell'informazione".
Informatica e documentazione giuridica: scelte politiche e di politica del diritto

Nella prima parte della relazione l'A. individua alcuni dei problemi che l'attuale "società dell'informazione e dell'automazione" si trova ad affrontare. Così, di fronte al processo unificativo che attualmente interessa le scelte economiche, produttive, politiche e giuridiche di molti Stati e gruppi di Stati si pone l'alternativa tra l'assecondare le tendenze esistenti e il cercare d'introdurre efficaci correttivi, anche al fine particolare di stabilire un flusso d'informazione quantitativamente equilibrato e insieme libero nei contenuti. Allo stesso modo sarà necessario prendere posizione di fronte ai nuovi problemi di regolamentazione giuridica che sono sorti a seguito dei mutamenti verificatisi nel concerto stesso di lavoro e nella sua organizzazione. Sul piano culturale il tipo d'unificazione che si sta determinando per il formarsi di grossi centri di potere e di controllo nell' ambito della produzione e circolazione dell' informazione presenta rischi notevoli a livello internazionale (nei rapporti coi gruppi etnici più deboli), ma anche interno (nei confronti di quanti in generale non s'adeguino ai modelli dominanti). In generale è necessario che la società sviluppi le capacità utili alla migliore utilizzazione della gran massa di dati che viene distribuita attraverso i molteplici mezzi di comunicazione esistenti. Al progressivo decentramento dei sistemi d'informazione è venuto a corrispondere anche il moltiplicarsi dei tipi d'utenti e delle relative esigenze: le potenzialità espresse dalle tecniche di documentazione automatica dovrebbero quindi essere convogliate sugli aspetti qualitativi dell'informazione, soprattutto nel senso di dare priorità alla considerazione della corrispondenza dei dati forniti coi bisogni espressi nel contesto sociale di riferimento. Nella seconda parte della relazione viene esaminato il ruolo che la documentazione giuridica automatica può svolgere nel contesto economico, culturale, politico e giuridico prima descritto. Soprattutto s'evidenzia come i centri pubblici in questo settore dovrebbero da una parte adeguarsi ai livelli d'efficienza del settore privato e, dall'altra, tendere a fornire all'utenza, invece di grandi masse di dati scarsamente strutturati e poco fruibili, notizie precise intorno all'effettività delle norme emanate e ai problemi concreti manifestatisi nel contesto socio-politico di riferimento. Chi opera in questi centri, poi, dovrebbe possedere una preparazione interdisciplinare d'altro livello, mentre l'approccio degli operatori tradizionali del diritto ai moderni sistemi informativi automatici dovrebbe essere preparato con graudalità e attenzione. Può comunque concludersi che la documentazione giuridica automatica, se orientata correttamente, è certamente in grado di porsi come un'ausilio efficace all' esercizio effettivo della democrazia e al conseguimento d'una proficua integrazione. 

vai al testo integrale / see full text