Informatica e diritto, V Annata, Vol. V, 1979, n. 1, pp. 1-60

Ronald K. Stamper

Verso un modello semantico per l'analisi della legislazione

Il progetto Legol cerca di creare un linguaggio formale in cui le regole legislative possono essere espresse in modo da poter essere interpretate dall'elaboratore elettronico. Esso dispone d'un modello semantico che serve al sistema elettronico come alla persona che interpreta una legge scritta serve la comprensione del mondo in cui viviamo. Il progetto riguarda il campo dell'analisi dei sistemi, ma si serve della legislazione come materiale sperimentale. L'articolo tratta anche del sistema interpretativo; principalmente, però, esso riguarda i principi dell'analisi semantica basata sulla definizione operazionale del significato. Il metodo d'analisi proposto conduce a un modello canonico che viene analizzato come fondamento di sistemi di grandi basi di dati. Sulla base di esso si avanzano distinzioni, irrilevanti per la progettazione di sistemi d'elaborazione elettronica, ma fondamentali in termini di organizzazione: segno e oggetto, realtà sociali e fisiche, universali e particolari, concrete e astratte, significati descrittivi e prescrittivi, entità sostanziali e procedurali, nonché concetti come designazione, descrizione, misurazione, causa, scopo e ruolo. Il modello costruisce concetti spaziali e temporali su di un fondamento minimo di definizioni apparenti. Infine, nel saggio si prende brevemente in considerazione la rilevanza del lavoro in relazione al diritto e all'amministrazione.

vai al testo integrale / see full text