Informatica e diritto, XVI Annata, Vol. XVI, 1990, n. 1, pp. 191-202

Mariagrazia Spada

Attivazione di sistemi esperti sperimentali per il diritto internazionale e il diritto aerospaziale

L'informatica offre strumenti specifici per la memorizzazione e il reperimento di testi e d'immagini: un software adeguato e una configurazione hardware comprendente scanner, dischi ottici, personal computers e stampanti consentono un'agevole e rapida consultazione dei documenti registrati. I "sistemi esperti", come programmi pi¨ o meno complessi utilizzabili su sistemi d'elaborazione dati di potenza diversa, rendono invece possibile svolgere, con l'aiuto del computer, funzioni di controllo, previsione e decisione.
L'esempio illustrato vale a definire i requisiti di massima d'un sistema esperto  sperimentale utilizzabile nel campo del diritto internazionale, con particolare riferimento alla valutazione di situazioni e condizioni derivanti dalla partecipazione dello Stato italiano a uno o pi¨ trattati (accordi, convenzioni) internazionali.
Per la realizzazione d'un tale sistema, denominato Dirinter, si ritiene innanzitutto necessario integrare la "base di conoscenza" del sistema stesso con ogni possibile casistica di trattati, accordi e convenzioni di cui l'Italia sia parte.
In secondo luogo occorre impostare la "strategia del ragionamento" secondo due distinte direttrici: una forward, che muove dai fatti concernenti i trattati verso gli effetti da essi conseguenti, e una backward, che - procedendo inversamente - collega le ipotesi d'effetti verificabili ai fatti che potrebbero giustificarle. Il controllo del ragionamento nel sistema pu˛ essere poi affrontato per fasi, quali il confronto tra le ipotesi di fatti conseguibili dalla possibile stipulazione d'un trattato e i fatti realmente connessi con trattati giÓ conclusi, la correlazione tra i fatti attuabili e i possibili effetti corrispondenti, la verifica dei fatti e degli effetti ipotizzabili a seguito d'un trattato mediante confronto coi dati memorizzati nella base di conoscenza del sistema, il passaggio dai fatti alle possibili conseguenze (forward) e dalle "ipotesi di conseguenze possibili" ai "fatti generatori congruenti" (backward), la verifica di congruenza delle conclusioni raggiunte e, infine, la visualizzazione dei risultati ottenuti e degli eventuali interventi correttivi da effettuare nel testo dell'accordo.
L'istituzione di regolari servizi di trasporto aereo interregionale di linea tra gli Stati membri della CEE sollecita la progettazione di sistemi esperti atti ad assistere i responsabili delle compagnie aeree nelle fasi previsionali e decisionali della loro attivitÓ.
Un sistema esperto sperimentale incentrato sulle responsabilitÓ dei danni causati nel trasporto aereo, nonchÚ sulle responsabilitÓ dei danni causati a terzi alla superficie di aeromobili straniere (in occasione della possibilitÓ di concessione di autorizzazione di servizi aerei interregionali a societÓ nazionali e della CEE) dovrebbe basarsi sull'impostazione di quattro sottosistemi fondamentali, riguardanti la base di conoscenza, il sistema d'acquisizione della conoscenza, il motore inferenziale e l'interfaccia utente.
Data la complessitÓ delle problematiche coinvolte - attinenti non solo al diritto, ma anche alla tecnica aeronautica e a materie finanziarie e assicurative - si ritiene opportuno prevedere la realizzazione di pi¨ sistemi esperti, orientati a destinatari diversi e quindi forniti di competenze distinte anche se necessariamente complementari.

vai al testo integrale / see full text