Informatica e diritto, I Annata, Vol. I, 1975, n. 2, pp. 454-475

Josè Carlos Roca Rovira, Manuel Heredero Higueras, Luis Navarro Gil, Ramon Villanueva Etcheverria

Norme fondamentali di deontologia informatica

L'articolo vuole costituire un appello alla coscienza di tutti coloro che, in un modo o nell'altro, agiscono nel campo dell'informatica. Le nuove scienze e le tecniche che da esse si sviluppano determinano situazioni nuove nei rapporti umani, situazioni che è necessario regolare con quei principi eterni dell' etica e della morale che devono sempre servire da guida all'uomo: principio fondamentale dev'essere comunque sempre quello secondo il quale è legittimo tutto quanto favorisce realmente il bene comune. Destinatari delle norme deontologiche formulate sono tanto i professionisti dell'informatica quanto i suoi generici utenti, tutti coloro, insomma, che abbiano a che fare con la raccolta, elaborazione e diffusione dell'informazione, a qualunque livello e in qualunque campo. Le regole espresse attengono, in particolare, al dovere morale di diffondere con esattezza e onestà i principi della scienza e della tecnica informatiche, nonché al dovere di avvertire gli interessati dei limiti e dei rischi a esse inerenti; è fissato poi anche il principio secondo cui l'informatico non deve sfruttare per proprio tornaconto personale gli strumenti di cui dispone e le informazioni cui può accedere, mentre deve garantire l'integrità e la riservatezza delle informazioni registrate.

vai al testo integrale / see full text