Informatica e diritto, XI Annata, Vol. XI, 1985, n. 1, pp. 63-92

C. Carlo Rossello

I contratti dell'informatica. (Primi spunti per una riflessione)

Sommario: Premessa. Cenni sulla struttura dei beni coinvolti nelle negoziazioni in oggetto; in particolare, il software e la sua ibrida natura giuridica. Eterogeneità dei soggetti, delle prestazioni e degli schemi di utilizzazione implicati dalle contrattazioni relative a beni e servizi informatici. Individuazione di alcune problematiche comuni alla materia dei contratti informatici; a) La disparità di informazione corrente tra soggetti utenti delle nuove tecnologie e operatori professionali del settore, e le diverse attitudini reciproche con riguardo alla ripartizione del rischio contrattuale. Segue: b) Difficoltà relative alla precisa individuazione dell' oggetto del contratto e dei parametri di valutazione dell'adempimento e dell'inadempimento. Segue: c) La qualificazione del contratto, anche ai fini dell'identificazione dell'apparato di garanzie reso disponibile dall' ordinamento per i diversi tipo negoziali. Segue: d) Le clausole di esonero e di limitazione della responsabilità e le previsioni sostitutive delle garanzie legali contenute nei formulari generalmente adoperati nel settore. La dimensione pre-negoziale come fase particolarmente significativa ai fini di una corretta distribuzione del rischio contrattuale e tecnologico connesso ai contratti di utilizzazione dei sistemi edp; in particolare, i doveri di informazione tecnica e di consulenza grava sugli operatori professionali e gli oneri di collaborazione a carico dell' utente. 9. Conclusioni.

vai al testo integrale / see full text