Informatica e diritto, VI Annata, Vol. VI, 1980, n. 1, pp. 71-91

Benito Roldan Casanè

Il sistema informativo del Ministero della Giustizia spagnolo nel campo della giustizia penale

L'A. illustra sinteticamente i progetti generali d'automazione elaborati dal Ministero della Giustizia spagnolo per quanto riguarda il sistema della giustizia penale. L'A. descrive con una certa ampiezza la metodologia utilizzata, che è in gran parte originale, anche se fondata sulla teoria generale dei sistemi, sulla cibernetica e sulla dinamica dei sistemi. I progetti, denominati sisipe e sigma, si basano sulla considerazione del Ministero della Giustizia - coi servizi centrali che in esso direttamente rilevato - come sistema gestionale di diversi sistemi operativi svolgenti, con più o meno ampia indipendenza giuridica e operativa, funzioni specifiche in modo conforme ai rispettivi fini istituzionali. A tale scopo i diversi settori dell'amministrazione della giustizia sono ugualmente considerati come se fossero anch'essi dei sistemi operativi, senza pregiudizio per le prerogative inerenti al potere giudiziario. L'impianto di questi progetti richiederà un grande sforzo tecnico ed economico e un lungo lavoro di anni, ma in una certa misura rappresenterà il coronamento della meccanizzazione dei servizi nell'ambito della competenza del Ministero della Giustizia. In particolare il Sisipe, benché il suo impianto operativo integrale rimanga ancora lontano, costituisce il fondamento comune a tutti i lavori di meccanizzazione avviati dal Ministero della Giustizia e inoltre è servito allo sviluppo e alla messa a punto d'una nuova metodologia, applicabile in maniera generale a tutti i sistemi amministrativi di trattamento del flusso dei dati. Importa infine rilevare che, anche se il Sisipe nel suo complesso non ha ancora raggiunto la fase operativa, fin d'ora però esistono diversi aspetti o settori del progetto che sono stati realizzati con risultati soddisfacenti.

vai al testo integrale / see full text