Informatica e diritto, II Annata, Vol. II, 1976, n. 3, pp. 371-390

Peter H. Rohn

Elaboratori, trattati e teorie

Nell'articolo l'autore 1) teorizza sulle possibilità di quantificazione implicite nel diritto, 2) argomenta che tali quantificazioni dovrebbero essere rese esplicite e 3) fornisce esempi di come ciò potrebbe essere realizzato nel campo dei trattati internazionali, specialmente con l'ausilio di sistemi di reperimento automatizzati. I trattati vengono messi a confronto con le decisioni giudiziarie e con gli altri tipi di dati giuridici al fine di mostrare la loro particolare adattabilità alla quantificazione. Tre "profili di trattato" su tabulato sono forniti come esempio dei tre livelli di analisi quantitativa 1) nazionale (italia), 2) regionale (europa occidentale) e 3) globale (il mondo). I "profili" sono standardizzati nel formato e alcune informazioni sono normalizzate mediante il ricorso a percentuali così che possono esser fatti significativi confronti tra dati nazionali, regionali e globali. Le figure mostrano che i dati contenuti nei trattati sono un valido "specchio" della realtà politica nelle relazioni internazionali.

vai al testo integrale / see full text