Informatica e diritto, XXXIX Annata, Vol. XXII, 2013, n. 1, pp. 193-210

Valentina Punzo

Agent-based Approach to Crime and Criminal Justice Policy Analysis

The knowledge and techniques that can be ascribed to agent-based social simulation (ABSS) have been demonstrating a significant capacity to address the study of crime and to support criminal justice policy making. The paper discusses the role of ABSS in crime research, in  particular criminal policy making; some suggestions about the utility of applying simulated experiments to crime research are implemented.  By focusing on the potential intersections between ABSS and policy making issues, our goal is to clarify how ABSS can specifically support  the elaboration of criminal justice policies by making the policy evaluation tools more effective. As far as the application of crime simulation  to policy making is concerned, several agent-based models have been developed in different policy sectors and with different purposes. Some  examples regard ABSS in predicting the likely impact of crime-prevention interventions, in evaluating the potential of a certain criminal justice policy strategy, in providing new policy evaluation tools and in assessing experimentally the likely consequences of some policy  changes. After a review of these models, the specific tasks and purposes of agent-based social simulation along the different stages of the overall policy making process are summarized and discussed. 

Un approccio agent-based all’analisi del crimine e delle politiche criminali

Le conoscenze e le tecniche riconducibili all’area delle simulazioni sociali basate su agente (SSBA) hanno mostrato una notevole capacità di contribuire allo studio del crimine e di supportare l’elaborazione delle politiche di contrasto alla criminalità. L’articolo discute il ruolo della  SSBA nella ricerca criminologica e, in particolare, nella messa a punto delle strategie di lotta al crimine proponendo alcune riflessioni circa l’utilità di impiegare esperimenti di tipo simulativo nella ricerca sul crimine; l’obiettivo è quello di chiarire come la SSBA possa sostenere in  modo specifico l’elaborazione di politiche di giustizia penale, rendendo gli strumenti di valutazione delle politiche più efficaci. Diversi modelli  basati su agenti sono stati sviluppati in diversi settori della politica criminale e con scopi differenti. Alcuni esempi riguardano l’uso delle simulazioni per predire l’impatto di interventi di lotta alla criminalità, per valutare il potenziale di una certa strategia di politica criminale, e,  ancora, per fornire nuovi strumenti capaci di valutare sperimentalmente le probabili conseguenze di alcuni cambiamenti  delle politiche stesse. Dopo una presentazione di tali modelli, vengono riassunti e discussi i compiti e le finalità specifiche dei modelli di simulazione sociale nelle  diverse fasi del processo complessivo di elaborazione delle politiche criminali.

vai all'anteprima / see preview