Informatica e diritto, XLIII Annata, Vol. XXVI, 2017, n. 1-2, pp. 237-258

Vittorio Pampanin

I nuovi protagonisti del mondo digitale
tra neutralità della Rete e accesso all’informazione

The New Protagonists of the Digital World between Net Neutrality
and Access to Information

La differenziazione del traffico veicolato dagli ISP - Internet service provider nelle reti, oggetto di riferimento del principio di net  neutrality, in ragione dell’impatto esercitato sull’accesso ai contenuti da parte degli utenti, concorre a modificare le modalità di realizzazione dei valori connessi alla libertà di informazione e comunicazione e in particolare alla tutela del pluralismo informativo su Internet. Il contributo approfondisce esattamente il tema della neutralità della Rete, partendo da una breve ricostruzione delle esigenze ad essa sottese e dei diversi approcci normativi seguiti negli Stati Uniti e in Europa al fine di conciliare tra loro lo sviluppo di sempre più efficienti infrastrutture di comunicazione, da un lato, e la massima diffusione di contenuti e servizi in modo paritario, dall’altro. In particolare, in considerazione del fatto che un limitato numero di soggetti ha ormai assunto una posizione strategica a livello mondiale nella fornitura di servizi di informazione e intrattenimento, il saggio segnala la necessità di estendere l’indagine anche a un profilo fino ad oggi poco discusso e cioè quello relativo al bisogno di prevedere e di predisporre strumenti di tutela della libertà di informazione e del pluralismo ulteriori rispetto a quelli rappresentati dalle regole sulla net neutrality imposte agli operatori ISP, e destinati a proteggere gli utenti finali da quei nuovi protagonisti del mondo digitale che esercitano oggi un controllo sempre più pervasivo sulla Rete.

The differentiation of the traffic carried in the networks by the ISPs, which is the object of the net neutrality principle issue, contributes, by reason of the impact exercised on users’ access to content, to modify the way the values related to freedom of  information and communication are implemented, especially with reference to the protection of pluralism of information on the Internet. In this regard, after a brief reconstruction of the needs underlying the neutrality of the network and the different regulatory approaches followed in the USA and Europe in order to reconcile the development of increasingly efficient communication infrastructures on the one hand, and the maximum dissemination of contents and services equally on the other hand, the contribution, in consideration of the fact that a limited number of subjects has now assumed a strategic position at world level in the provision of information and entertainment services, points out the need to extend the survey to a profile that has not been discussed until recently. That is the one concerning the need to foresee and prepare tools to protect freedom of information and pluralism, further than those represented by the rules on net  neutrality imposed on ISPs, and intended to protect end users from those new protagonists of the digital world which today exert ever more pervasive control over the network.

vai al testo integrale / see full text