Informatica e diritto, I Annata, Vol. I, 1975, n. 2, pp. 432-446

Enrico Maretti

Modello interattivo di prescrizioni giuridiche condizionali: una sperimentazione in APL

Nell'universo dei rapporti giuridici vengono isolati quelli intercorrenti fra le azioni prescritte e le condizioni che le determinano, articolati secondo il nesso di sufficienza. Ci˛ permette una valutazione logicamente coerente dei comandi e delle azioni conseguenti. Sul piano applicativo le procedure proposte sono due. La prima, denominata prova, consente allo sperimentatore di verificare la sua conoscenza d'un sistema di norme non solo limitatamente alle singole nozioni giuridiche, ma anche in relazione ai rapporti di necessitÓ e sufficienza tra loro intercorrenti. La seconda procedura, chiamata consulenza, esplicita invece all'utente le azioni corrispondenti all'insieme delle condizioni proposte; in questo caso, dunque, la macchina svolge una funzione di "consulente-istruttore". L'impiego delle due procedure potrÓ riuscire utile non solo in funzione d'una guida allo studio e d' un controllo di conoscenze, ma anche in conseguenza del riesame critico dei rapporti fra condizioni e azioni che esso preliminarmente richiede. Vengono chiariti i motivi della scelta dell'APL come linguaggio di programmazione ed esposti alcuni dati tecnici dell'algoritmo fondamentale impiegato.

vai al testo integrale / see full text