Informatica e diritto, XXVII Annata, Vol. X, 2001, n. 1, pp. 123-148

Andrea Marchetti, Fabrizio Megale, Enrico Seta, Fabio Vitali

Marcatura XML degli atti normativi italiani. I DTD di Norme in Rete

Nella prima parte dell'articolo si propone l'uso del linguaggio XML come supporto alla semplificazione normativa. La possibilità di operare sulla base di un comune DTD (Document Type Definition) può rappresentare un utilissimo strumento operativo a disposizione di tutti i soggetti coinvolti sia nella produzione e nella pubblicazione delle norme, sia nella semplificazione del sistema normativo. Nella parte centrale dell'articolo si forniscono le nozioni elementari per la comprensione del linguaggio XML e si descrivono i DTD elaborati dal Gruppo di lavoro "DTD atti normativi" all'interno del progetto "Norme in Rete". In particolare, si descrivono le soluzioni adottate per consentire un trattamento omogeneo ed integrato sia di documenti normativi più recenti conformi a regole di drafting più stringenti, sia di documenti normativi anteriori, dotati di un grado minore di omogeneità. Si espone, inoltre, una traccia delle attività future, finalizzate ad un progressivo approfondimento e affinamento dello standard e alla creazione di strumenti per la sua piena disponibilità. Infine si riportano alcune informazioni sulla realizzazione - fuori dall'Italia - di esperienze significative di applicazione dei linguaggi di marcatura XML-SGML a raccolte di atti normativi, evidenziandone le ricadute positive sull'intero ciclo di predisposizione, produzione, pubblicazione e successivi interventi modificativi dell'atto normativo.

Sommario: 1. Marcatura XML e semplificazione normativa - 2. Nozioni preliminari sul linguaggio XML - 3. I DTDs degli atti normativi elaborati dal Gall - 4. - Attività future. 5. Alcune esperienze straniere di banche dati legislative in SGML e XML.

vai al testo integrale / see full text