Informatica e diritto, IV Annata, Vol. IV, 1978, n. 1, pp. 20-44

Roberto Giannoni, Paolo Novaresio

I nessi semantici e sintattici e la loro rilevanza nella costruzione di "thesauri". Un esperimento

Nel campo dell'Information Storage and Retrieval (ISR) sono individuabili due distinte linee di ricerca: da un lato la tendenza a concentrarsi sugli aspetti statistici del linguaggio per cui la statistica viene considerata come un metodo operativamente semplice e adeguato a trattare tanto le ambiguità semantiche quanto i problemi sintattici presenti nel linguaggio comune e, dall'altro, il tentativo di costruire grammatiche artificiali sulla cui base creare una corrispondenza biunivoca, universalmente valida, tra segni e concetti designati. Secondo gli Autori, però, seguendo l'uno o l'altro orientamento si finisce sempre con lo scoprire ineliminabili elementi di reciproca interferenza o integrazione, per cui sembra giusto seguire una linea d'indagine che innesti la considerazione dei fenomeni probabilistici del linguaggio in uno studio di tipo semantico-sintattico.
Sul presupposto che la ISR è agevole all'interno di linguaggi specifici, ma diventa ardua e pericolosa in campi come quello giuridico in cui i termini tecnici costituiscono una minoranza rispetto alle numerose voci attinte dai più diversi lessici della vita quotidiana (commercio, edilizia, medicina, ecc.), gli AA. Descrivono quindi le caratteristiche e le fasi di un esperimento da loro stessi condotto su due insiemi distinti di dati (i titoli e sottotitoli degli articoli apparsi in un'annata della rivista “Data Report” e un certo numero di regesti premessi all'edizione del Registrum Vetus del Comune di Sarzana).

vai al testo integrale / see full text