Informatica e diritto, I Annata, Vol. I, 1975, n. 1, pp. 36-89

Angelo Gallizia, Enrico Maretti, Paola Pitrelli

Strumenti alternativi di descrizione e comunicazione nel diritto

Il primo passo verso la "meccanizzazione" in senso lato del diritto è costituito dall'elaborazione di forme ausiliarie al linguaggio naturale allo scopo di migliorare la comprensione e la concisione ed evitare i punti cruciali dell'ambiguità. Nell'articolo vengono delineate due forme scelte per le loro qualità di elementarità ed estendibilità: i diagrammi di flusso e le tavole di decisione. Essi non sono proposti come alternativa al linguaggio naturale, ma semplicemente come mezzi per evidenziare nelle norme alcuni elementi ritenuti importanti ma di difficile enunciazione nelle situazioni complesse, quali le dipendenze logiche e temporali. Il diagramma di flusso serve a rappresentare in forma sintetica una serie di prescrizioni o ordini, mettendone in luce la successione logica e temporale. Le prescrizioni che compongono un diagramma possono essere o assolute (ordine di eseguire una data azione) o condizionate (ordine di accertare se una certa condizione si sia verificata o meno). Per mezzo dei riquadri e delle linee di collegamento orientate è possibile costruire diagrammi di flusso che rappresentino qualunque norma per quanto complessa. Superato un certo grado di complessità, però, il diagramma assume proporzioni tali da renderne impossibile una visione d'assieme e si rende quindi necessario ricorrere ad espedienti abbreviativi. Rilevato che il diagramma rappresenta una procedura, si osserva che esso costituisce il mezzo di rappresentazione più efficace nel caso in cui la procedura stessa consista in una serie di prescrizioni esclusivamente o prevalentemente assolute; qualora invece ci sia una prevalenza di prescrizioni condizionali, e a seconda delle combinazioni degli esiti seguano diverse prescrizioni (una sola o comunque pochissime per ogni combinazione), il diagramma diventa eccessivamente ramificato e risulta più conveniente usare un altro mezzo di rappresentazione, in cui siano più evidenti i rapporti di dipendenza fra condizioni implicanti e azioni implicate e sia invece lasciato in ombra l'aspetto procedurale delle prescrizioni. Tale mezzo di rappresentazione è costituito dalla tavola di decisione; predisposto preliminarmente un elenco delle condizioni e delle possibili azioni conseguenti, la tavola di decisione indica quale decisione bisogna prendere in relazione ai diversi esiti ("convalide") delle condizioni. Si conviene di chiamare regole di decisione le varie combinazioni di convalide dell'insieme delle condizioni. Nella costruzione delle tavole di decisione è possibile seguire il metodo globale (consistente nel preparare un elenco delle condizioni e delle azioni, nel comporre la tabella delle convalide, ricavare le azioni corrispondenti a tutte le regole di decisione, unificare per mezzo della convalida indifferente tutte le regole in cui ciò è possibile e riesaminare la tavola per scoprire le eventuali incoerenze e contraddizioni) o il metodo progressivo (consistente nel costruire una per una le varie regole di decisione - comprese le azioni conseguenti - usando già in partenza la convalida indifferente). Aumentando il numero delle condizioni cresce il rischio di commettere degli errori e, quindi, anche la difficoltà di controllarli; è preferibile pertanto frammentare la tavola in diversi pezzi, ciascuno comprendente solo una parte delle condizioni, collegando poi i singoli pezzi mediante rinvii. Un altro mezzo di coordinazione è costituito dalla cosiddetta regola riassuntiva che riassume tutte le possibili combinazioni di convalida, escluse quelle già scritte. Ad ogni regola di decisione possono corrispondere anche due o più azioni. Esistono, infine, tavole costruite in tutto o in parte con condizioni a più di due convalide (rispettivamente "tavole allargate" e "tavole miste"), anziché con condizioni a due sole convalide ("tavole ristrette"). Le enunciazioni didattiche vengono volta per volta illustrate con una ricca esemplificazione relativa a vari articoli del codice civile.

vai al testo integrale / see full text