Informatica e diritto, XXIII Annata, Vol. VI, 1997, n. 1, pp. 81-99

Marcello Frixione

Associazioni mentali, reti semantiche, ipertesti

L'ipotesi che la memoria umana operi in base a meccanismi di tipo associativo è stata sviluppata in veri modelli computazionali e in numerosi sistemi di rappresentazione della conoscenza proposti in intelligenza artificiale e nelle scienze cognitive (in particolare, nei sistemi a rete semantica). Per altri versi, l'analogia con il funzionamento associativo della memoria umana è stata una delle fonti ispiratrici del concetto di ipertesto. Benché esistano somiglianze fra ipertesti e modelli computazionali della memoria associativa, tuttavia queste due forme di rappresentazione si collocano su piani concettualmente distinti. Se infatti in intelligenza artificiale e nelle scienze cognitive ci si propone di modellare l'organizzazione della conoscenza quale è strutturata nella mente, gli ipertesti costituiscono forme di rappresentazione comunque esterne alla mente, che presuppongono sempre l'esistenza di un soggetto che le interpreti. L'analogia fra ipertesti e struttura della memoria associativa è quindi puramente metaforica e gli ipertesti possono essere interpretati caso mai come modelli della conoscenza intersoggettiva e socialmente accessibile.

vai al testo integrale / see full text