Informatica e diritto, XXX Annata, Vol. XIII, 2004, n. 1-2, pp. 177-258

Elio Fameli

SIAM/Lav: un "sistema intelligente integrato" come supporto alla consulenza e alla decisione nell'applicazione delle clausole generali di correttezza e di buona fede alle procedure concorsuali private

Sommario: Premessa - I. Inquadramento teorico generale del sistema Siam - 1. La c.d. "Intelligenza artificiale" - 2. Gli "agenti intelligenti" - 3. I "Sistemi basati sulla conoscenza" - II. Il sistema Siam ("sistema intelligente integrato per l'acquisizione e la gestione della conoscenza giuridica") - 1. L'architettura generale del sistema - 2. Le "unitÓ di dialogo" - 2.1. Gli strumenti per la disambiguazione semantica delle "unitÓ di dialogo" - 2.2. Gli strumenti per la costruzione e la rappresentazione dei "percorsi di dialogo" - 2.3. Il collegamento tra "base di conoscenza" (insieme logicamente ordinato delle "unitÓ di dialogo") e "basi di dati" (documentazione giuridica di supporto) - 2.4. Gli strumenti utilizzabili dall'amministratore e dall'utente finale del sistema - 2.5. Caratteristiche tecniche e possibilitÓ applicative del sistema - III. Il dominio applicativo scelto: l'osservanza delle clausole generali di correttezza e di buona fede nel settore delle procedure concorsuali private - 1. Le clausole generali di correttezza e di buona fede - 2. Il ruolo delle clausole di correttezza e di buona fede nel diritto delle obbligazioni e il loro uso giurisprudenziale - 3. Le clausole di correttezza e di buona fede e la formalizzazione informatico-giuridica del procedimento decisionale del giudice - 4. La diversitÓ degli orientamenti giurisprudenziali e dottrinali in materia di applicazione delle clausole di correttezza e di buona fede ai rapporti di lavoro - 4.1. La qualificazione della posizione soggettiva tutelata: le impostazioni pubblicistiche.

vai al testo integrale / see full text