Informatica e diritto, XXII Annata, Vol. V, 1996, n. 1, pp. 235-300

Patrizia Dal Poggetto

La questione della brevettabilitą del software fra esigenze di sviluppo tecnologico e vincoli giuridici

Sommario: Software, firmware e hardware: alcuni preliminari concetti giuridici. Parte prima. Il diritto d'autore come primo baluardo a difesa del software: analisi dell'attuale disciplina legislativa. La direttiva CEE: il software come opera letteraria. L'oggetto della tutela: ammessa la forma espressiva, escluse le idee ed i principi. Dopo l'attuazione della direttiva, un'analisi delle prime interpretazioni della giurisprudenza europea: un'ispirazione nelle decisioni statunitensi. Giurisprudenza italiana. Giurisprudenza tedesca. Giurisprudenza inglese. Giurisprudenza statunitense. Parte seconda. Nel brevetto per invenzione industriale un ulteriore strumento per la tutela del software. Art. 52 della Convenzione sul Brevetto Europeo: il concetto di invenzione brevettabile ed i suoi limiti. Analisi dei motivi che hanno portato all'esclusione della brevettabilitą del software e considerazioni sulla loro attualitą. Dal caso "VICOM" alle pił recenti decisioni delle Commissioni di Ricorso dell'Ufficio Europeo Brevetti: analisi e confronti. Gli orientamenti della giurisprudenza europea, con particolare riguardo alla giurisprudenza italiana, tedesca, inglese. Un impulso verso il superamento del divieto di brevettabilitą. Alcuni cenni sulle posizioni della giurisprudenza statunitense libera dal vincolo della non brevettabilitą.

vai al testo integrale / see full text