Informatica e diritto, XIII Annata, Vol. XIII, 1987, n. 3, pp. 107-114

Gianfranco D'Aietti

Scienze sociali e rappresentazioni simboliche

La diagrammazione a blocchi (flow-charts) consente, mediante l'uso di figure simboliche di agevole comprensione (trapezio, rombo, rettangolo, ecc.) collegate tra loro in una struttura arboriforme, di rappresentare graficamente lo svolgimento d'una procedura nel tempo o anche, semplicemente, le fasi logiche di essa. Ognuno dei simboli utilizzati costituisce la rappresentazione grafica di un presupposto, di una condizione o di un'azione.
Nel campo del diritto l'impiego di tale tecnica è ancora molto limitato, ma è facilmente intuibile che una sua adeguata divulgazione potrebbe indurre progressi molto rilevanti nell'analisi e comprensione dei fenomeni giuridici. Infatti, lo sforzo di formalizzazione d'una procedura (intesa in senso lato, come comprensiva anche dello sviluppo logico d'un problema di tipo non procedurale) costringe a esplicitare e chiarire tutti gli elementi costitutivi di essa e ciò comporta interessanti riflessi non solo sul piano pratico operativo, ma anche nell'ambito didattico e, più in generale, con riferimento alla diffusione della conoscenza giuridica.
Nell'articolo è rilevata l'importanza della tecnica della diagrammazione nell'ambito dell'attività di produzione normativa ed è esaminata un'applicazione concreta a una procedura giudiziaria (quella relativa alla convalida di sfratto: artt. 657-688 c.p.c.).

vai al testo integrale / see full text