Informatica e diritto, VI Annata, Vol. VI, 1980, n. 1, pp.1-15

Valentino Castellani

Informatica pubblica e ruolo delle Regioni

Nell'articolo l'A. si propone di presentare un quadro concettuale di riferimento per la costruzione d'un sistema informativo regionale.
Posta l'esigenza di estendere la "cultura informatica" all'interno della Pubblica Amministrazione regionale e delineati i criteri fondamentali d'intervento, l'A. descrive brevemente le strutture informatiche pubbliche operanti nelle Regioni Piemonte, Puglia e Toscana, illustrandone soprattutto le caratteristiche organizzative e la finalizzazione politica generale.
Il nuovo ruolo, d'importanza centrale, che la recente legislazione nazionale attribuisce alle Regioni nel processo di riforma della autonomie locali rende necessario che le Regioni stesse organizzino i loro sistemi informativi in modo coerente con lo spirito della riforma avviata e nel rispetto delle fondamentali esigenze del decentramento e del coordinamento all'interno della Pubblica Amministrazione. Alcuni esempi, tratti dall'esperienza della Regione Piemonte e giÓ in fase di attuazione avanzata, dimostrano concretamente come l'informatica possa rappresentare un'occasione propizia per l'avvio del processo di riforma dello Stato.

vai al testo integrale / see full text