Informatica e diritto, XIII Annata, Vol. XIII, 1987, n. 3, pp. 173-185

Simona Binazzi, Rosa Maria Di Giorgi

L'informatica giuridica e il diritto dell'informatica: le riviste e le bibliografie. Parte II: tavole

Il notevole sviluppo degli studi nel campo dell'informatica giuridica e il sempre più netto delinearsi di distinti settori di competenza all'interno della disciplina stessa hanno determinato la formazione d'una pubblicistica ricca e articolata. Le tavole statistiche riprodotte nell'articolo si riferiscono alle riviste d'informatica giuridica, presentate in schede descrittive nel precedente fascicolo di "Informatica e diritto" (1986, n. 3, pp. 179-216). Elaborate secondo diverse chiavi di lettura, tali tavole consentono d'avere un quadro chiaro e immediato dello sviluppo della pubblicistica sulla materia e della sua distribuzione geografica e temporale.
Sono state individuate tre grandi classi di fonti. La prima comprende le riviste che si occupano dell'informatica giuridica in senso lato (teoria,  sistematica, relazioni con altre discipline), dell'automazione nello Stato e nelle Organizzazioni internazionali e, ancora, dei problemi giuridici che l'ampio ricorso alle tecniche informatiche determina nella società (diritto dell'informatica e dell'informazione). Nella seconda classe sono state raggruppate le riviste che pubblicano studi sui problemi sociologici, politici, educativi ed economici connessi con l'automazione. Una terza classe, infine, comprende i periodici che trattano in maniera più specifica dell'applicazione dell'elaborazione della gestione degli uffici e degli studi legali.
La ricerca è stata svolta nell'ambito del gruppo di lavoro che, presso l'Istituto per la Documentazione Giuridica di Firenze, cura la pubblicazione della "Bibliografia internazionale d'informatica e diritto" (BID).

vai al testo integrale / see full text