Presentazione

Diritto Italia è una banca dati che individua i riferimenti ai materiali e alle informazioni d'interesse giuridico e amministrativo presenti nei siti italiani.

L'archivio è organizzato in unità documentarie corrispondenti ai singoli tipi di materiali considerati: di conseguenza ciascun sito potrà comparire in più schede di rilevamento a seconda della ricchezza della documentazione posseduta. Ad esempio, se il sito della Camera dei Deputati contiene dati normativi e documentazione parlamentare, in banca dati si troveranno due schede relative a questo sito. La scheda raccoglie più tipologie di materiali soltanto nei casi in cui non è stato possibile individuare isolatamente un genere documentario.

La scheda di rilevamento contiene una pluralità di informazioni che hanno l'obiettivo di orientare l'utente nel reperimento dei dati di proprio interesse. La scheda è strutturata nei seguenti campi:

produttore

Denominazione del sito che distribuisce il materiale, con link alla relativa home page.

categoria Tipologia del produttore secondo le seguenti categorie:
Istituzioni europee
Parlamento - Governo e Ministeri
altri Organi e Enti di rilevanza nazionale
Regioni - Province - Comuni e reti civiche
altri Enti locali e territoriali
    Organi e Uffici giudiziari
Ordini e Associazioni
Università e Ricerca
Iniziative private - Case editrici
Biblioteche giuridiche
materiale

Tipologia dei materiali presenti nei siti:
normativa: internazionale, comunitaria, straniera, nazionale, regionale, locale;
giurisprudenza: italiana, comunitaria, straniera;
atti amministrativi: nazionali, regionali, locali;
atti parlamentari: disegni e progetti di legge, atti di sindacato ispettivo e altri materiali che documentano l'attività del Parlamento nazionale e degli organi rappresentativi regionali, provinciali e locali (assemblee, consigli);
atti comunitari: atti amministrativi e atti che documentano l'attività della UE: interrogazioni, proposte, pareri, relazioni, rapporti;
dottrina e altre pubblicazioni: volumi e periodici pubblicati a stampa e on line;
informazione e documentazione: identifica materiali eterogenei (documentazione, strumenti di navigazione, dibattiti on line) che non rientrano nelle categorie precedenti, ma che riteniamo d'interesse per l'utente. A questa tipologia appartengono: comunicazioni, rapporti, relazioni, progetti, "libri bianchi", letteratura grigia, istruzioni, disposizioni e modulistica on line a carattere burocratico-amministrativo prodotta prevalentemente da enti pubblici, Notiziari e Bollettini, Forum e news d'interesse giuridico, motori di ricerca (giuridici), guide, informazioni su editoria elettronica (cd-rom).

ambito

Contiene, in generale, la competenza territoriale dell'autorità emittente (o autrice) del materiale identificato, per facilitare la selezione geografica in fase di ricerca; i termini utilizzati sono: internazionale, estero, europeo, nazionale, oppure l'indicazione della regione o della provincia. Infatti, per evitare un'eccessiva dispersione, il livello di specificità geografica è limitato alla provincia anche nel caso di organi con competenze più ristrette (comuni, preture).
Per i provvedimenti normativi, amministrativi e parlamentari l'ambito coincide con l'area geografica di produzione e di efficacia.
Per quelli giurisprudenziali il campo riporta la giurisdizione di competenza dell'organo giudicante; per esempio, una scheda che documenta la presenza di sentenze del Tribunale di Catania riporta nel campo "ambito" il termine Catania, che corrisponde all'ambito geografico di produzione del provvedimento e non della sua efficacia, che, com'è noto, è nazionale: in tal modo però l'utente reperirà tutta la giurisprudenza emessa in questa provincia. Costituiscono un'eccezione a questo criterio le raccolte di giurisprudenza emesse da organi distribuiti su tutto il territorio nazionale (es. archivi Merito e Tar della Corte di Cassazione), nei quali l'ambito contiene l'indicazione nazionale.
Infine, per i materiali del tipo "dottrina e altre pubblicazioni" e "informazione e documentazione", visto che i criteri sopra esposti perderebbero di significato, è stato scelto di riferire l'ambito ai contenuti del materiale stesso. Ove questi non siano facilmente identificabili o appartengano a tutti gli ambiti, ovvero si tratti di motori di ricerca o guide, l'indicazione è stata omessa.

contenuto

Descrizione sintetica, con parole significative, del materiale con il link alla pagina specifica. Il link è unico alla home page del sito quando i materiali sono numerosi e non singolarmente identificabili.

unità documentaria

Indica il tipo di informazione contenuta nel materiale schedato, con i seguenti termini:
testo integrale - scheda bibliografica - abstract - indice - massima - riferimenti

forma

L'indicazione è riferita alla modalità di consultazione dei materiali e può essere:
banca dati: il materiale è organizzato secondo una tipica banca dati con un proprio sistema d'information retrieval che permette all'utente di selezionare il materiale pertinente tramite una richiesta da lui stesso formulata;
elenco: quando i dati sono organizzati sotto forma di liste ordinate secondo vari criteri (cronologico, alfabetico, sistematico, ecc.); il lettore deve, quindi, scorrere l'elenco per individuare il materiale di proprio interesse.

motore di ricerca

Presenza o meno di un motore di ricerca sui materiali: in corrispondenza di una banca dati l'indicazione è sempre affermativa. L'indicazione "si (sito)" sta a indicare che il materiale considerato non ha un proprio motore di ricerca a sé stante, ma può essere utilizzato quello più generale che opera sull'intero sito.

accesso

Indica la modalità, sotto il profilo economico, di accesso alla documentazione; può assumere quindi i valori: oneroso oppure gratuito. È segnalato il caso di un accesso gratuito che richieda comunque una registrazione.

note Note integrative al contenuto.
rilevamento Data di redazione della scheda di rilevamento.

Per l'interrogazione di Diritto Italia sono state predisposte 3 soluzioni:

1) due gruppi di ricerche "preconfezionate", uno relativo ad ogni singola categoria di produttore e l'altro per ciascuna tipologia di materiale;
2) una "ricerca diretta" che consente di utilizzare uno o più termini combinati tra loro con gli operatori disponibili, che operano a livello dell'intera scheda ;
3) una "ricerca guidata" con un modulo d'interrogazione che si articola in campi a ricerca libera oppure a "tendina" con i valori già esplicitati .

La "ricerca guidata", a differenza di quella "diretta", offre la possibilità di vincolare la presenza dei termini da immettere ai campi in cui è articolata la scheda, e di combinarli tra loro tramite operatori logici.

In particolare, i campi "Categoria", "Materiale", "Ambito" e "Accesso" contengono valori predefiniti che l'utente può scegliere aprendo la relativa tendina, mentre i campi "Produttore", "Contenuto" e "Intero Documento" possono essere riempiti liberamente con una o più parole chiave. All'occorrenza anche le etichette dei campi possono essere modificate, tramite menù a tendina.

In entrambe le modalità di ricerca è possibile: troncare col simbolo * (asterisco) un termine per effettuare una ricerca a livello di radice; utilizzare le parentesi per modificare l'ordine di esecuzione delle operazioni; combinare più termini con operatori logici o contestuali. Gli operatori ammessi, utilizzabili sia all'interno dello stesso campo che fra campi diversi, sono: and, or, not, adjacency oppure adj (per l'adiacenza di due termini), with (che opera a livello di frase); in mancanza di un operatore tra due termini, viene assunto implicitamente l'operatore and.

Diritto Italia è un'iniziativa voluta dall'Istituto per la Documentazione Giuridica, non solo per aiutare i naviganti di Internet nell'individuazione dei siti dove sono presenti i dati d'interesse legale, ma anche nella prospettiva di realizzare un vero e proprio motore di ricerca giuridico italiano, al momento non disponibile in Rete.

La documentazione presente in Diritto Italia è in continua evoluzione, com'è naturale in questo tipo di progetti; l'IDG s'impegna a incrementare e a tenere aggiornata questa banca dati, ma altresì confida - per migliorare la qualità del servizio - nella collaborazione di tutti, produttori e utenti, che vorranno segnalare lacune, errori o eventuali cambiamenti.

Un ultimo suggerimento agli utenti: ove non si riesca ad attivare il link alla pagina specifica di un qualche materiale, si provi a collegarsi con la pagina principale del produttore. A questo proposito saranno particolarmente gradite le segnalazioni di malfunzionamento di questi link specifici.

Mario Ragona, Loriana Serrotti, Fiorenza Socci e PierLuigi Spinosa


Collaborano all'aggiornamento dell'archivio:

  • Maria Concetta De Vivo della Scuola di Specializzazione in Diritto Civile dell'Università di Camerino (dall'inizio del 1999);
  • Manola Cherubini (da agosto 1999).

  • Data documento: maggio 1998
    Aggiornato/verificato: dicembre 2000